World Team Trophy 2021 – resoconto finale

World Team Trophy 2021 – resoconto finale

Fonte foto: Twitter @ISU_Figure

PATTINAGGIO DI FIGURA – WORLD TEAM TROPHY 2021 – Nella giornata di ieri, domenica 18 aprile, si è conclusa l’edizione 2021 del World Team Trophy. Le sei nazioni con più storia e tradizione a livello di pattinaggio di figura del mondo si sono sfidate in una competizione unica nel suo genere. Infatti, si tratta dell’unica competizione internazionale della disciplina in cui a vincere è una sola nazione. Ogni posizione ottenuta dagli atleti in gare vale un punteggio che, sommandoli con quelli degli altri atleti della nazione, dà la posizione finale in classifica. L’altra particolarità è che l’unica che si svolge biennalmente e non ogni anno (come mondiali ed europei) o ogni quattro anni (come per le olimpiadi).

I Piazzamenti

Per la prima volta è stata la Russia a trionfare. Un dominio schiacciante generato dai primi posti di: Anna Ščerbakova (singolo femminile), Mishina/Galliamov (coppia d’artistico) e Sinitsina/Katsalapov (danza sul ghiaccio). Al secondo posto gli Stati Uniti d’America guidati dal campione del mondo Nathan Chen che ha raccolto il massimo dei punti sia nel programma corto, sia nel lungo del singolo maschile. Delude, invece, il Giappone che partito per vincere, si è ritrovato terzo complici gli incidenti di percorso di Yuzuru Hanyū, Shoma Uno e Rika Kihira.

Grandissima prestazione per la squadra italiana che centra il quarto posto sognato alla vigilia. Le grandissime prove di: Guignard/Fabbri e Della Monica/Guarise valgono al team azzurro ben 42 dei 72 punti conquistati. Alle nostre spalle si piazza la Francia e all’ultimo posto il Canada.

Classifica: Russia 125 pt., Stati Uniti 110 pt., Giappone 107 pt., Italia 72 pt., Francia 67 pt., Canada 57 punti.

Si è conclusa così una competizione affascinante in cui più che nei mondiali e negli europei trionfano lo spirito di fratellanza e i vari valori dello sport, trasformandola in una mini-olimpiade.

Appuntamento al 2023 per il prossimo World Team Trophy!

Giorgio Paoletti