World Team Trophy 2021 – resoconto della prima giornata

World Team Trophy 2021 – resoconto della prima giornata

Fonte foto: Twitter @ISU_Figure

PATTINAGGIO DI FIGURA – WORLD TEAM TROPHY 2021 – Diversamente che dai mondiali e dagli europei, questa competizione è a cadenza biennale ma soprattutto a squadre. In gara ci sono sei nazionali (Giappone, Stati Uniti, Russia, Italia, Francia e Canada) che schierano ognuna due pattinatori per le prove individuali oltre a una coppia per l’artistico e una per la danza. Il primo classificato di ogni gara ha ricevuto 12 punti, il secondo 11 e il terzo 10, scalando via via di un punto a seconda delle posizioni ottenute da ciascun atleta. Trionfa il gruppo che raccoglierà più punti alla fine. Andiamo, ora, a riassumere ora le gare di questa giornata: le coppie della danza, il singolo femminile e il singolo maschile. tutte impegnate nel programma corto.

Programma corto Danza:

A vincere il primo segmento di gara i russi Sinitsina/Katsalapov, con un totale di 86.66. I freschi campioni del mondo in carica dominano la competizione, staccando di quasi quattro punti gli italiani Guignard/Fabbri (82.93). La coppia italiano riesce a centrare il proprio obiettivo alla vigilia. La difesa del secondo posto anche dopo il lungo, sembra essere alla portata degli italiani allenati da Barbara Fusar Poli e Igor Shpilband, visto che precedono gli inseguitori di sei punti.

Singolo femminile:

Consueto dominio russo nella gara femminile. Come nella danza, troviamo al primo posto la campionessa in carica, Anna Ščerbakova. La pattinatrice moscovita non sbaglia nulla e precede di un solo punto la connazionale Elizaveta Tuktamyševa. L’imperatrice dimostra ancora tutta la sua classe, continuando il gran momento di forma dopo l’argento mondiale del mese scorso. Anche in questa occasione sfoggia un programma pressoché perfetto, unica sbavatura nella prima trottola presentata, la flying camel spin. L’atleta del Maestro Mishin registra 80.35. Terzo e quarto posto occupati dalle due atlete giapponesi, Kaori Sakamoto e Rika Kihira. Se per la Sakamoto questo è stato il miglior punteggio in un programma corto della sua carriera, la Kihira, invece, cerca ancora di riprendersi i piazzamenti che le spettano, combattendo anche con dei dolori alla schiena. Grandissima prestazione delle due italiane Lara Naki Gutmann e Ginevra Lavinia Negrello. Lara Naki Gutmann si piazza settima con 60.45, eseguendo una bellissima combinazione triplo toeloop/triplo toeloop e un ottimo doppio axel in zona bonus. Ginevra Lavinia Negrello termina ottava con 59.55. L’atleta varesina fa una gran figura al suo debutto internazionale.

Singolo maschile:

Il primo segmento di gara vede in testa Nathan Chen (109.65). L’atleta americano sfodera una gara perfetta, non sbaglia nessun elemento del programma, precedendo così di soli due punti Yuzuru Hanyū. All’atleta di casa, che ottiene 107.12 punti, va una menzione d’onore. Dopo un quadruplo salchow e una combinazione quadruplo toeloop/triplo toeloop a dir poco magistrali incontra difficoltà nel triplo axel, il cui arrivo sbilanciato gli causa una una perdita di almeno tre punti. Nonostante questo, il campione olimpico riesce a superare per la quindicesima volta nella sua carriera internazionale i 100 punti nel programma corto. Al terzo e al quarto posto si classificano Jason Brown (94.86), la cui qualità è indiscutibile nonostante l’assenza di quadrupli, e Kevin Aymoz (94.69), autore di un programma che gli vale il miglior punteggio della stagione. Il nostro Daniel Grassl si classifica decimo. Per lui una gara di luci e ombre: se da un lato aumenta la difficoltà inserendo un secondo quadruplo, dall’altro i troppi errori – ed in particolare la caduta sul quadruplo lutz – lo fanno scivolare al penultimo posto.

 

Al termine della prima giornata del World Team Trophy, la classifica è guidata dalla Russia, che precede di due lunghezze gli Stati Uniti e di sette punti il Giappone. L’Italia occupa la quinta posizione, ma resta in corsa per il quarto posto con Francia e Canada.

Qui la classifica e tutti i risultati dettagliati

Giorgio Paoletti