UFC Fight Island, presentazione Conor McGregor vs Dustin Poirier

UFC Fight Island, presentazione Conor McGregor vs Dustin Poirier

fonte foto: Twitter @TheSportsman

Il re-match tra i due si svolge dopo qualche anno dal loro precedente storico terminato con una netta vittoria dell’irlandese per KO dopo solo 1 minuto e 46 secondi attraverso un gancio a martello, sinistro, tra tempia e nuca del povero Poirier, la differenza tecnica tra i due sembra essersi un minimo colmata dando quasi l’impressione che possa esserci più equilibrio tra le parti dentro la gabbia di Fight Island UFC 257.

Siete amanti del Fantacalcio? Scarica FANTAMANIACI (aggiornamenti sulle probabili formazioni, infortunati, schede tecniche allenatori e giocatori, voti e tanto altro, per veri maniaci del fantacalcio) presente sia su Play Store che su Apple Store!

La presentazione di McGregor – Poirier

Senza dubbio a livello mediatico Conor non è più quello di una volta, è probabilmente anche meno fluido nei movimenti visti i kg di massa muscolare accumulata quest’ultimo anno, per questo sarà costretto ad un taglio del peso più netto del previsto.

Il suo avversario invece è decisamente migliorato su molti aspetti tecnici e tattici tanto da riportare nel suo storico due vittorie ed una sola sconfitta negli ultimi tre match; una vittoria contro Max Holloway per decisione unanime dopo ben 5 round (13 aprile 2019), una sconfitta contro Khabib Nurmagomedov per sottomissione alla terza ripresa (7 settembre 2019), una vittoria contro Dan Hooker per decisione unanime dopo 5 riprese (27 giugno 2020).

Perdere un solo incontro di tre contro il G.O.A.T. delle mma di tutti i tempi significa che sei senza alcun dubbio molto forte, ma potrebbe non bastare. Questi dati ci danno l’idea di un ragazzo che dosa bene le sue energie e che ultimamente non cerca molto il KO spingendo per arrivare ai punti, cosa perfetta per un fighter come Conor che nel suo ultimo incontro ha dimostrato d’essere una macchina di colpi geniali e mai usati prima come delle spallate nel clinch ai danni del povero Cerrone, i colpi pesanti che riesce a sferrare con le leve mancine del suo corpo, ed in generale la sua boxe.

Essere troppo attendisti e non affondare il colpo con “The Notorious” potrebbe lasciare ampi spazi di tempo per poter piazzare qualche diretto o high kick dell’irlandese.

PRONOSTICO SECCO? KO DI McGREGOR TRA IL 1 E 2 ROUND.

Gregorio Fionda

Gregorio Fionda