Supercoppa Italiana, Ronaldo decide Juventus-Milan. Ottavo sigillo dei bianconeri

Supercoppa Italiana, Ronaldo decide Juventus-Milan. Ottavo sigillo dei bianconeri

SUPERCOPPA ITALIANA JUVENTUS MILAN DICHIARAZIONI – La Juventus di Massimiliano Allegri si aggiudica la Supercoppa Italiana 2018. La gara, disputata a Gedda, in Arabia Saudita, si è conclusa con il punteggio di 1-0 per i bianconeri sul Milan, grazie alla rete di Cristiano Ronaldo. Il portoghese è così al suo primo trofeo italiano. Per la Vecchia Signora è l’ottavo sigillo della competizione.

LE DICHIARAZIONI

Cristiano Ronaldo

“È stata una partita difficile, soprattutto per via del caldo. Però abbiamo giocato bene, creando molte occasioni. Sono molto contento per aver segnato il gol decisivo. E’ il mio primo titolo con la Juve, volevamo iniziare al meglio il 2019. Dobbiamo proseguire passo dopo passo e lavorare tranquillamente. Il campionato è il principale obiettivo della Juve, ma è ancora lungo. Dobbiamo continuare su questa strada”. (Rai Sport)

Massimiliano Allegri

“È stata una partita divertente con diverse occasioni. I ragazzi hanno affrontato la sfida nel migliore dei modi. È stato un buon Milan, che ci ha messo in difficoltà, noi sicuramente potevamo fare meglio per chiuderla. Era la seconda partita dopo il rientro e abbiamo affrontato due sfide decisive, importante averla portata a casa”. Ronaldo è il valore aggiunto? “Diciamo sempre le stesse cose. Lo abbiamo preso per quello, è il miglior giocatore e fa gol. Si era mosso bene anche in situazioni precedenti alla sua rete, ma tutta la squadra ha fatto una buona partita. Il Milan ha fatto una buona partita. Noi abbiamo sbagliato un po’ troppo. Nel primo tempo eravamo lenti, e abbiamo avuto delle situazioni in cui abbiamo affrettato troppo l’ultimo passaggio”.

Gennaro Gattuso

Parte subito con gli episodi: “L’espulsione di Kessie è giusta, mi hanno fatto pensare altre cose. Il rigore su Conti? Giudicate voi, abbiamo già tre squalificati per Genova, non voglio andarci di mezzo anche io. Piuttosto la gestione del Var sui fuorigioco: la Juve segna due gol, si aspetta la fine dell’azione e si va a vedere giustamente poi se c’è o no offside. Nel primo tempo Cutrone è in porta, con un’occasione chiarissima e in posizione regolare, viene fermato prima dal fischio dell’arbitro. Mi danno fastidio questi atteggiamenti ma ora guardiamo avanti, ci è andata male”. Sulla prestazione: Questi ragazzi sono vivi, abbiamo pregi e difetti ma abbiamo messo in campo carattere. A Genova andremo con tante assenze, questa sera c’è il rammarico e c’è amarezza”.

fonte foto: Twitter @SerieA

Michele Spuri

Direttore responsabile SportCorner.net. Nato a Roma, classe '92, sin da piccolo ha la passione per lo sport (calcio e tennis in primis). Si cimenta nei suoi primi articoli creando un piccolo blog, prima di entrare a far parte di alcune redazioni di testate giornalistiche. Laureato in 'Scienze della Comunicazione' e 'Informazione, Editoria e Giornalismo'. Giornalista pubblicista | Speaker radiofonico | (Ex) Radiocronista Virtus Roma | Inviato Giro d'Italia | Inviato Internazionali d'Italia

Lascia un commento