Serie D: si ferma il Bari, Como e Mantova insieme al comando

Serie D: si ferma il Bari, Como e Mantova insieme al comando

La pausa nazionali non ferma la Serie D  dove in base ai gironi si è giocata la quinta o la sesta giornata.

Il risultato a sorpresa

Nessuna squadra più a punteggio pieno, il Bari pareggia 0-0 in casa con la Turris, Franco Brienza colpisce su punizione l’incrocio dei pali e la cavalcata si ferma dopo quattro grandi vittorie.

Gironi nord

Dopo quattro vittorie consecutive si ferma anche il Como che impatta 1-1 in casa del Villa d’Almè Valbrembana, non basta agli ospiti il quarto gol stagionale di Federico Gentile, all’ultimo minuto di recupero pareggia Michele Valli.
A parimerito dei lombardi si trova un’altra grande, il Mantova, che quest’oggi ha vinto 1-2 in casa dell’Ambrosiana.

Nel girone D comanda il Modena con 13 punti (4 vittorie e un pareggio) che questo pomeriggio ha battuto 1-0 il Ciliverghe.
Nello stesso girone continua a far fatica il Pavia che nel pomeriggio ha battuto 3-2 il Classe, grazie anche alla doppietta di Christian Mangiarotti.

Nel girone F il Cesena vince 2-0 sul Francavilla decisivi i due gol di Danilo D’Alessandro, nel primo era stato espulso per i bianco-neri Davide Biondini (ex di Cagliari e Sassuolo).

Gironi sud

L’Avellino viene travolto 4-1 dal SFF Atletico, mattatore del pomeriggio Emilio Tortolano, autore di una splendida doppietta. La squadra di Fregene è una vera ammazzagrandi dopo che nella prima giornata aveva sconfitto il Latina. Quest’oggi i sabini non hanno giocato, il maltempo che si è abbattuto sulla Sardegna ha reso impraticabile il campo del Castiadas. La gara sarà recuperata il 28 novembre.

Nel girone H, il Taranto si trova al terzo posto sotto la coppia di testa Picerno e Altamura. Quest’oggi i rosso-blu hanno battuto con facilità il Nola per 3-0.

La grande piazza veramente in difficoltà è il Messina terzultimo nel girone I e nuovamente sconfitto, questo pomeriggio in casa per 0-3 contro l’Acireale. Per i siciliani dello stretto solamente quattro punti raccolti in cinque partite.

Giorgio Paoletti

Lascia un commento