Serie A, il Milan cade in Chiesa. I viola espugnano San Siro

Serie A, il Milan cade in Chiesa. I viola espugnano San Siro

SAN SIRO MILAN FIORENTINA – Passa la Fiorentina a San Siro. Il Milan spreca quelle poche occasioni concesse dai viola e viene punito da una conclusione da fuori di Federico Chiesa. Higuain ancora a secco, sovrastato da una prestazione corale attenta ed organizzata della difesa toscana. Viola che si rilanciano in ottica qualificazione europea.

La partita

Gattuso cerca di trovare soluzioni alternative per sopperire all’emergenza. Centrocampo sperimentale con Jose Mauri in mezzo, assistito da Calabria e Calhanoglu. Ed è proprio del turco la prima occasione degna di nota dell’incontro, quando al 18′ non riesce a trovare la porta dopo aver vinto un rimpallo al limite dell’area.

Prevale la paura da entrambe le parti. Paura di sbagliare, chiaramente manifestata dal numero degli errori commessi dalle squadre, quando arrivavano a giocare il pallone in zone potenzialmente pericolose.

La Fiorentina dietro è ben organizzata. Prestazione di livello dell’intero pacchetto arretrato dei viola (Milenkovic su tutti), che tiene a bada l’attacco rossonero rischiando poco o nulla. Il Milan fatica ad entrare in area, allora è Rodriguez (il migliore dei suoi) a provarci dai 25 metri trovando la respinta in corner di Lafont. Nel finale sfiorano il vantaggio i padroni di casa, ma il tiro a botta sicura di Calhanoglu trova la respinta sulla linea di Milenkovic.

In attacco i rossoneri fanno poco e la prestazione di Higuain è perfettamente in linea alle ultime. La condizione fisica non è ottimale ed è evidente, ma a questo punto sarebbe più utile “limitarsi” a giocare più per la squadra, invece di cercare quella gloria personale che oggi non arriva.

Nella ripresa, Suso prova a caricarsi la squadra sulle spalle, ma con scarsi risultati. La Fiorentina prova a pungere in contropiede, ma si perde quando supera la propria metà campo. Solo una giocata del singolo può sbloccare un match del genere. Giocata che arriva al 73′, quando Chiesa, fino a quel momento autore di una prestazione incolore, pesca il jolly centrando l’angolino basso con un destro da fuori area.

Lo svantaggio ferisce il Milan nell’orgoglio, ma la reazione dei ragazzi di Gattuso è inconcludente. Nemmeno i cambi scuotono la squadra, visto che gli ingressi di Cutrone (confusionario) e Laxalt (disordinato) non portano a nulla di buono. Il risultato non cambia fino alla fine del quarto minuto di recupero, premiando la prestazione ordinata della squadra di Pioli.

BASTA CERCARE SCUSE – Il fatto di tornare subito in campo, potrebbe essere utile al Milan che paga sì le tante assenze, ma che fa sorgere più di un dubbio su qualche particolare situazione interna. Josè Mauri ha fatto una partita attenta ed ordinata e ha retto fin quando non è stato divorato dai crampi, ma l’allenatore preferisce continuare a snaturare il “Calabria” di turno, piuttosto che concedere venti minuti a chi in quel ruolo ci ha sempre giocato. Il caso Montolivo rimane un mistero a tutti gli effetti.

Non osiamo immaginare cosa sia mai potuto accadere per portare un allenatore a decidere di giocarsi il posto (anche) per questo motivo. Ma potrebbe anche essere una strategia attuata dal tecnico per convincere la dirigenza ad intervenire in quel reparto, oltre al già definito arrivo di Paquetà. Immaginate che lui decida di far giocare Montolivo. Che l’ex capitano rossonero giochi bene. Che la riserva naturale di Biglia riesca a tornare in condizione. Pensate che proverebbero lo stesso ad avvicinarsi a giocatori come Fabregas (che pretende un ingaggio importante) per gennaio?

Di solito a pensar male non si fa mai peccato…

Risultati diciassettesima giornata Serie A

sabato 22 dicembre 2018
12:30 Lazio – Cagliari 3-1
15:00 Milan – Fiorentina 0-1
15:00 Napoli – Spal 1-0
15:00 Udinese – Frosinone 1-1
15:00 Sassuolo – Torino 1-1
15:00 Genoa – Atalanta 3-1
15:00 Empoli – Sampdoria 2-4
18:00 Parma – Bologna
18:00 Chievo – Inter
20:30 Juventus – Roma

Classifica Serie A

PG V P S Gf:Gs PT
1. Juventus 16 15 1 0 33:8 46
2. Napoli 17 13 2 2 34:14 41
3. Inter 16 10 2 4 28:13 32
4. Lazio 17 8 4 5 25:20 28
5. Milan 17 7 6 4 24:19 27
6. Sampdoria 17 7 5 5 29:21 26
7. Fiorentina 17 6 7 4 25:17 25
8. Sassuolo 17 6 7 4 27:23 25
9. Atalanta 17 7 3 7 31:23 24
10. Roma 16 6 6 4 29:22 24
11. Torino 17 5 8 4 20:18 23
12. Parma 16 6 3 7 16:21 21
13. Genoa 17 5 4 8 25:34 19
14. Cagliari 17 3 8 6 16:23 17
15. Empoli 17 4 4 9 22:33 16
16. Spal 17 4 4 9 14:25 16
17. Udinese 17 3 5 9 14:23 14
18. Bologna 16 2 6 8 13:24 12
19. Frosinone 17 1 6 10 12:36 9
20. Chievo 16 0 7 9 12:32 4

(fonte foto: www.corrieredellosport.it)

admin

Lascia un commento