Serie A, il Milan espugna Bergamo: 3-1 all’Atalanta e doppietta Piatek

Serie A, il Milan espugna Bergamo: 3-1 all’Atalanta e doppietta Piatek

RISULTATI SERIE A ATALANTA-MILAN – Milan fa sua la sfida-Champions con l’Atalanta e manda un importante segnale alle rivali. Il mercato di gennaio, con gli acquisti di Piatek e Paquetà, ha stravolto gli equilibri tra le inseguitrici di Juve e Napoli e i rossoneri ora possono anche puntare al terzo posto occupato dai cugini nerazzurri, in piena bufera per il caso-Icardi. Il polacco e il brasiliano hanno cambiato volto alla squadra di Gattuso, che ha trovato un bomber davvero implacabile e un centrocampista che abbina qualità e quantità. A dispetto della giovane età (23 anni il polacco, 21 il brasiliano), i due si sono presi sulle spalle una squadra fino a poco tempo fa zoppicante e l’hanno portata in alto come non succedeva da troppo tempo.

Super Milan

Per un Milan che non perdeva dal 22 dicembre e reduce da 3 vittorie e altrettanti pareggi, la sfida di Bergamo rappresentava un’importante crocevia e una prova di maturità, superata alla grande dagli uomini di Gattuso. Romagnoli e compagni hanno dimostrato di saper soffrire e non si sono abbattuti dopo il gol di Freuler, che aveva portato in vantaggio con merito i padroni di casa. Per vincere in casa della Dea ci vuole anche un pizzico di fortuna, che si è materializzato nella magia di Piatek a 10 secondi dalla fine del primo tempo, ovvero il miglior momento per segnare e il peggiore per subire. Il gol dell’ex Genoa è un autentico capolavoro, che ha anche avuto il merito di cambiare l’inerzia della gara.

LA RIPRESA

L’Atalanta, infatti, nel secondo tempo ha perso incisività ed è stata punita al minimo errore: Hateboer ha regalato palla a Calhanoglu, poi Berisha è uscito male su Piatek che di testa ha fatto tris (6 gol in 5 gare con i rossoneri, numeri da fenomeno). Era da poco passata l’ora di gioco e l’1-2 rossonero ha spezzato le gambe ai Gasperini-boys, traditi da Gomez e con uno Zapata volenteroso ma poco incisivo. Ilicic è stato l’ultimo ad arrendersi, ma Donnarumma – non impeccabile sul gol di Freuler – ha dovuto sbrigare solo l’ordinaria amministrazione. Nota stonata della serata del Diavolo la prova di Suso, che si è visto solo per il cartellino giallo che gli farà saltare l’Empoli. Ma con la PiPa, Gattuso può dormire sonni tranquilli, anche dando un’occhiata ai numeri, perché quando il Milan dopo 24 giornate ha ottenuto almeno 42 punti è sempre arrivato nelle prime quattro posizioni. Inter, Roma e Lazio sono avvisate…

Fonte foto:Facebook Atalanta milan

admin

Lascia un commento