“Schumacher non è più costretto a stare a letto”, intanto mostra a Maranello…

“Schumacher non è più costretto a stare a letto”, intanto mostra a Maranello…

NOTIZIE SCHUMACHER – Arrivano importanti notizie sulle condizioni di Michael Schumacher dall’oltremanica. Infatti, l’edizione odierna del ‘Daily Mail’, ha parlato di clamorose novità sull’ex pilota di Formula 1.

Michael non più a letto

A cinque anni di distanza dall’incidente sciistico sulle Alpi francesi, secondo il quotidiano britannico Michael Schumacher si starebbe riprendendo, tanto che il campione non è più costretto a letto dove era tenuto in vita con l’ausilio di tubi e macchinari. Secondo quanto scritto dal quotidiani britannico, Schumacher ha finora ricevuto assistenza infermieristica e terapie intensive per un costo di circa 50 mila sterline a settimana nella sua casa vicino al Lago di Ginevra in Svizzera. Tuttavia, il Mail ha detto che potrebbe presto essere trasferito in una clinica a Dallas, in Texas, specializzata nel trattamento di lesioni cerebrali.

Mostra per Schumacher

Intanto il Museo Ferrari di Maranello dedica una mostra speciale a Michael Schumacher che aprirà in occasione del suo 50esimo compleanno, il 3 gennaio 2019. Una celebrazione e un segno di gratitudine per il pilota del Cavallino Rampante più vincente di sempre. La mostra, in collaborazione con la Fondazione Keep Fighting, permetterà di scoprire il contributo che Michael ha dato allo sviluppo di vetture Gt straordinarie nei suoi anni a Maranello, come pilota e successivamente come consulente.

Michele Spuri

Direttore responsabile SportCorner.net. Nato a Roma, classe '92, sin da piccolo ha la passione per lo sport (calcio e tennis in primis). Si cimenta nei suoi primi articoli creando un piccolo blog, prima di entrare a far parte di alcune redazioni di testate giornalistiche. Laureato in 'Scienze della Comunicazione' e 'Informazione, Editoria e Giornalismo'. Giornalista pubblicista | Speaker radiofonico | (Ex) Radiocronista Virtus Roma | Inviato Giro d'Italia | Inviato Internazionali d'Italia

Lascia un commento