LBA Serie A, prima vittoria esterna per la De’Longhi Treviso, espugnata Roma

LBA Serie A, prima vittoria esterna per la De’Longhi Treviso, espugnata Roma

LBA SERIE A VIRTUS ROMA DE’LONGHI TREVISO 69-81 – Prima vittoria esterna per la De’ Longhi Treviso che, grazie a un’ottima percentuale da 3 punti, riesce ad espugnare il PalaEur, arrivando così anche alla prima vittoria esterna. Per Bucchi c’è molto da vedere, dai tiri liberi ai rimbalzi, che tanto hanno fatto male alla Virtus Roma. Ora il prossimo impegno per i capitolini vede la truppa di Bucchi in trasferta a Varese, mentre Treviso andrà a far visita a Trieste.

DICHIARAZIONI POST GARA –> CLICCA QUI

La Partita

Ritorna al PalaEur una delle classiche della Serie A: Roma-Treviso, anche se negli ospiti sono cambiati i colori e la proprietà. Una buona cornice di pubblico mantiene caldo il Palazzo, tanti giovani grazie alle promozioni messe in atto dalla squadra del presidente Toti. Roma arriva dalla vittoria interna contro Pesaro, mentre Treviso, fino ad ora, non ha mai vinto in trasferta. Per i capitolini ancora out Rullo, mentre per i veneti out Cooke.

I Quarto, Virtus Roma – De’Longhi Treviso 13-25

Partita che inizia con il primo attacco romano messo a segno da Dyson, che supera Logan in velocità, mentre i primi attacchi di Treviso sono confusi, fino a quando Logan segna una tripla con tutta la classe che lo contraddistingue, a cui segue anche la tripla di ALviti (2-6 al 2′). Logan continua a segnare da tre, mentre Jefferson litiga con i liberi, fino a quando con il fisico sposta Tessitori per il canestro del 5-9, per poi sfruttare in velocità il confronto sempre con Tessitori per il 7-11, seguito però dai canestri del centro italiano che valgono il 7-15.  Fotu segna il 17° punto per gli ospiti e coach Bucchi è costretto a chiamare il timeout. Timeout ricevuto dai giocatori romani e con il gioco da tre punti di Jefferson, Roma accorcia sul 10-17. Alviti risponde con la tripla, seguito dal canestro e fallo di Uglietti (10-23 all’ 8′). Per Roma segna solo Jefferson dalla linea dei tiri liberi, ma è assenta in difesa, chiudendo il primo quarto 13-25 a favore di Treviso.

II Quarto, Virtus Roma – De’Longhi Treviso 35-50

Seconda frazione che si apre con il lay up reverse di Uglietti, a cui risponde finalmente Buford da 3 punti. Roma rimane però assente sotto canestro e Chillo ne approfitta, allungando sul 18-29. Jefferson riprende da dove aveva lasciato, e con un canestro e fallo riduce il gap sul 21-29, ma Imbrò allunga con l’ennesima tripla trevigiana. Il quintetto piccolo messo da Roma non riesce a tenere sotto canestro Fotu, mentre dall’altra parte Pini combatte anche lui con i liberi (1/4), arrivando cosi sul 22-36 al 14′. Baldasso con la tripla prova a dare la carica ai suoi con la tripla, ma Treviso sotto canestro è infermabile, e con Tessitori arriva sul 25-38, per poi vedere l’ennesima prodezza da 3 di Logan, che costringe di nuovo Bucchi al timeout. Dyson finalmente riprende a segnare, ma Kyzlink continua a sbagliare dalla lunetta (28-41), ma Tessitori continua a dominare nel pitturato, mentre Logan allunga il divario con l’ennesima tripla (28-46). Roma però non vuole cadere nel buio, e con Dyson e Kyzlink torna sul -13 (33-46 al 18′), seguito da Alibegovic con il gancio, ma il quarto si chiude con la tripla sulla sirena do Chillo che vale il 35-50.

III Quarto, Virtus Roma – De’Longhi Treviso 55-64

Al rientro dagli spogliatoi, Roma parte aggressiva ma altrettanto sfortunata, fino al canestro in contropiede di Kyzlink, ma a Dyson non vengono fischiati falli plateali che fanno innervosire il play americano e il pubblico romano. Treviso allunga sul 37-56, ma Jefferson con un gioco da 3 punti trona sul 39-56 e con il coast to coast successivo firma il 41-56, fino a quando Logan segna la sua quinta tripla. Kyzlink e poi Alibegovic accorciano nuovamente sul -11 (48-59), ma una penetrazione e una tripla di Nikolic riportano ossigeno nella panchina trevigiana. Dyson, dopo luci e ombre riportano, con un canestro e fallo, e successivamente Buford, riportano la Virtus Roma sotto 55-64 al 28′; punteggio che rimane così fino alla sirena del terzo quarto.

IV Quarto, Virtus Roma – De’Longhi Treviso 55-64

Ultimo quarto che si apre con il 4° fallo di Tessitori e la successiva tripla di Logan (tripla per il 55-67) e attacchi confusi di Roma. Gli animi si surriscaldano dopo vari falli non fischiati a favore della Virtus Roma, mentre Chillo segna la tripla che ridà il +15 alla truppa di Menetti; per Roma 0 punti nei primi 4 minuti dell’ultima frazione, con l’aggiunta del 4° fallo di Jefferson. Al 35′ Kyzlink inchioda l’alley oop lanciata da Dyson (57-70), per poi vedere quest’ultimo sbagliare un comodo tiro di sinistro. Baldasso e Kyzlink riportano sul -9 i padroni di casa, ma Imbrò oggi è caldo e segna un’altra tripla per Treviso, seguita da un’altra magia di Logan, che vale il 61-75. Al 38′ Tessitori commette il suo 5° fallo, mentre Dyson il 4°; gli animi si fanno sempre più caldi, probabilmente causati dall’arbitraggio non all’altezza per una partita di Serie A. Dyson dopo la palla persa segna da 3 punti, ma Nikolic con la tripla chiude la partita, arrivando sul 69-81 che da la prima vittoria esterna a Treviso.

Tabellino Virtus Roma Treviso 69-81

VIRTUS ROMA: Cusenza ne, Moore 0, Alibegovic, Rullo ne, Dyson 10, Baldasso 8, Pini 1, Farley ne, Spinosa ne, Jefferson 23, Buford 7, Kyzlink 16.
Coach: Bucchi

DE’ LONGHI TREVISO: Tessitori 10, Logan 21, Alviti, Nikolic, Parks 0, Imbrò, Chillo 7, Uglietti, Severini 0, Fotu 5.
Coach: Menetti

Giacomo Cotlar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *