In Francia il Bestia c’è (anche per il titolo?)

In Francia il Bestia c’è (anche per il titolo?)

fonte foto: Twitter @DucatiMotor

La gara francese è stata, forse, un primo spartiacque di questa stagione. Se guardiamo la classifica troviamo, come da pronostici, in lotta per il mondiale Quartararo ma a sorpresa lo inseguono distanti di 4 punti A. Espargarò e a 8 Bastianini.

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI Instagram e Telegram | ISCRIVITI al nostro canale TWITCH

Le Mans è stata, forse, la pista in cui i due alfieri della Suzuki e Bagnaia dicono addio al campionato. Non penso che non saranno dei protagonisti del mondiale, ma Bagnaia si trova a -46 punti mentre Mir, due zero nelle ultime tre gare, sono molto pesanti sopra tutto per un pilota regolare come lui. Rins purtroppo è un pilota incline alla scivolata e, anche se nei primi 5 gran premi è stato efficiente, adesso con le cadute in Spagna e Francia la vetta si allontana.

In Francia anche il mercato piloti si è fatto sentire, con un Miller che sembra vicino alla KTM, Oliveira retrocesso in Tech3 e un Martin che scivolando dice addio al sogno di entrare nel team ufficiale Ducati per il 2023. Fermento anche in Aprilia, interessata a Rins, visto l’ addio di Suzuki, e il fatto che A. Espargarò ancora non ha firmato il rinnovo del contratto, in scadenza nel 2022.

Marc Marquez

Capitolo M. Marquez. In Francia si piazza sesto, e è oltre le sue stesse aspettative. I problemi fisici si fanno ancora sentire, ma manca anche una certa confidenza con la moto che sembra aver smarrito.

Se il fatto che in MotoGP si riesca a vedere trionfare più piloti diversi, anche di team privati, c’è un problema che si chiama SORPASSARE. Il problema nasce dal fatto che, con l’ aereodinamica di questa moto stare in scia è diventato difficile perchè l’ aneriore si riscalda troppo. Anche le velocità di punta si sono livellate quindi è fondamentale la staccata ma, come si è visto in queste prime sette gare, spesso a fare la differenza sono gli errori dei piloti o come ti qualifichi il sabato.

Gabriele HIVannucchi