I più bei momenti dell’All Star Game di Charlotte

I più bei momenti dell’All Star Game di Charlotte

Il weekend più atteso da tutti i tifosi del basket americano è passato e, tra alti e bassi, le tre notti dell’All Star Game di Charlotte ci hanno lasciato alcuni momenti memorabili.

Venerdì

La notte di venerdì è stata quella meno emozionante con il Team Usa che, nella sfida contro il Team World, ha guidato il match per tutti e due i tempi chiudendo con le due ali, Kuzma e Tatum, sopra i 30 punti. Nel Team World il giocatore più in forma si è dimostrato Ben Simmons che ha messo in cascina 28 punti.

Sabato

La notte di sabato, invece, ha regalato molte sorprese inaspettate. La serata, da sempre, si articola in tre momenti. La Skills Challenge caratterizzata da un percorso da dover affrontare in velocità, dalla gara del Tiro da 3 punti e dalle schiacciate.

La Skills Challenge è una sfida basata sopratutto sulla velocità ed ha strappato un sorriso al termine della serata Nikola Jokic, il lungo dei Denver, che alla domanda su quale fosse stata la cosa più difficile nella Challenge ha risposto “correre”, come se fosse poco importante in una sfida in velocità il fatto di essere veloci. A trionfare è stato Jayson Tatum che, nella sfida finale contro Young, ha vinto grazie ad un canestro da poco oltre la metà campo.

La gara dei tre punti (anche detta Three-point shoutout, invece, è stata vinta da Joe Harris, giocatore dei Brooklyn che ha superato tanti altri giocatori che hanno fatto la storia di questa competizione. Tra i vari partecipanti segnaliamo il vincitore uscente Booker ed il fenomeno Curry.  Harris ha vinto, ha dato spettacolo con una serie di canestri pazzeschi e ha ritirato il premio senza fare nemmeno un sorriso. Serio, pragmatico e professionale, come un campione dei vecchi tempi.

La terza sfida, la Slum Dunk Contest, dedicata alle schiacciate, ha invece premiato Hamidou Diallo che volando sopra Shaquille O’Neal ha dato un pò di qualità all’interno di una sfida abbastanza piatta rispetto agli anni passati.

Domenica sera, infine, si sono affrontate le squadre di LeBron James e di Giannis Antetokounmpo. Le schiacciate di Steph Curry e i numerosi Alley-oop a favore di giocate grandiose dei leader delle due squadre hanno fatto godere tutti coloro che allo Spectrum Center hanno assistito ad un vero e proprio spettacolo.

Si torna al campionato

Venerdì notte si ricomincia a fare sul serio con i Philadelphia che ospiteranno gli Heat e i Lakers che, all’alba di sabato, proveranno a superare i Rockets del recordman Harden. Tre giorni e si ricomincerà. Un pò come se questi giorni fossero la quiete prima della tempesta.

Gianmarco Vocalelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *