Futsal, l’Acqua&Sapone si aggiudica la Supercoppa Italiana 2018

Futsal, l’Acqua&Sapone si aggiudica la Supercoppa Italiana 2018

SUPERCOPPA ITALIANA FUTSAL – Davanti al pubblico del Pala Santa Filomena di Chieti, l’Acqua&Sapone Unigross batte per 4 a 1 la Lollo Caffè Napoli ed entra nella storia eguagliando il record della Luparense, che nella stagione 2007-2008 si aggiudicò il triplete nazionale: Coppa Italia, Scudetto e Supercoppa.

La partita

Vittoria, nel complesso, meritata per gli abruzzesi guidati da Tino Perez, che batte il connazionale rivale David Marin, regolando per 4 a 1 un Napoli sì coraggioso, ma che ha sprecato tanto nel corso dei 40′ effettivi.

Migliore in campo Leandro Cuzzolino, premiato a fine gara da Rubei, Quattrini, Caleca e Bacaro, quattro leggende del futsal nazionale, che pur non avendo avuto un minutaggio altissimo, riesce a mettere una firma enorme su questa finale. Il vantaggio di tre reti che matura nel corso della prima frazione, vede come assoluto protagonista il campione del mondo argentino, autore di due reti (la punizione che sblocca il match ed il tiro libero del 3 a 0) e l’assist per il 2 a 0 di Ercolessi.

Risultato che penalizza i partenopei per quanto proposto, visto che, soprattutto durante il secondo tempo, Mammarella viene ripetutamente sollecitato da Salas, Rubio e Mancha. La scelta, naturale, considerato lo svantaggio, di schierare De Luca come portiere di movimento in avvio di ripresa, non fa altro che aumentare le occasioni non capitalizzate da parte dei campani, che riescono comunque ad accorciare le distanze con Jelovcic.

Ci pensa allora Gabriel Lima, capitano della nazionale italiana, a scrivere la parola “Fine” sull’incontro, approfittando di un errore degli avversari per segnare la rete del definitivo 4 a 1 con un tiro dalla propria metà campo.

Triplete

Soddisfatta la famiglia Barbarossa per il traguardo conquistato: “Questa vittoria conferma il valore della squadra – dichiara Barbarossa padre – ed il roster di cui dispone il Mister (Perez) ci può garantire ulteriori successi. Onore e merito alla Lollo Caffè Napoli, che ci ha messo in difficoltà a difetto di quanto dica il risultato finale, ma noi puntiamo davvero a vincere tutto”.

Smorza i toni il figlio, che si ritiene orgoglioso per aver raggiunto lo storico triplete, ma ancora deluso per l’eliminazione in UEFA Champions League: “Abbiamo costruito una squadra che puntava ad entrare tra le prime quattro in Europa, per cui rimane il rammarico per essere usciti ai gironi nell’Elite Round. Ci riproveremo il prossimo anno e per farlo abbiamo l’obbligo di non sederci su questi successi, visto che aver raggiunto questo traguardo (triplete nazionale) ci pone di diritto sull’Olimpo nazionale di questa disciplina”

Rammaricato, invece, il capitano della Lollo Caffè Napoli, Massimo De Luca: “Risultato bugiardo. Abbiamo dimostrato di potercela giocare, per cui dispiace non essere riusciti a trasformare in rete le tante occasioni che abbiamo creato. Adesso testa bassa e lavorare, pronti a riscattarci già nel prossimo turno di campionato”.

Il più soddisfatto, senza ombra di dubbio, è il presidente della divisione calcio a 5, Andrea Montemurro: “Spettacolo magnifico e grande seguito per questo sport che dimostra di essere in continua crescita. Alla fine ha vinto la squadra più forte, ma onore al Napoli che avrebbe meritato qualcosa in più”.

 

(fonte foto: Facebook @aesfutsal)

admin

Lascia un commento