FOCUS Serie A: esiste ancora un campionato?

FOCUS SERIE A – Non c’è ancora la matematica certezza, ma possiamo tranquillamente dire che, al primo giro di boa stagionale, la Juventus si appresta a tagliare il traguardo per prima e pure con certo distacco.

Il Napoli “difende” il gap di 8 punti nei confronti dei campioni in carica, provando a tenere aperto un campionato che fatichiamo a credere possa riservare chissà quale sorpresa. Perché è vero, non sono tanti 8 punti con più di un girone ancora da giocare, ma è altrettanto vero che non sono nemmeno così pochi.

Certo, se la punizione di Milik non avesse centrato il bersaglio grosso al 91′ di Cagliari – Napoli, sicuramente oggi avremmo fatto altri discorsi. Discorsi che verranno soltanto rimandati (forse) di qualche mese. Perché la Juventus è la squadra più forte del nostro campionato e attaccarsi agli episodi, come i due rigori richiesti dal Torino nel derby di sabato sera, risulta essere controproducente. La Juventus fa la lepre come fosse il mitico Bugs Bunny, le avversarie impersonano alla perfezione il cacciatore Taddeo. Ci provano, si avvicinano, ma alla fine falliscono. In perfetto stile “Looney Tunes”.

La domanda è quindi logica, anzi, per restare in tema televisivo, “sorge spontanea“, frase storica del giornalista Antonio Lubrano. Esiste ancora un campionato? E’ vero e ne siamo consapevoli, ma rispondere con un perentorio “SI” sarebbe da ipocriti. O da sognatori, dipende dal punto di vista. Quindi no, non esiste un campionato dove si lotterà per il titolo, ma uno dove ci si giocherà l’ingresso alla prossima Champions League. E basta.

Sono passati da un pezzo gli anni delle “sette sorelle”, quando le milanesi occupavano posizioni di vertice in pianta stabile e le romane si sfidavano per veder scendere il titolo di campioni d’Italia al di sotto del Po. Oggi c’è la Juventus che, come abbiamo già scritto in questi giorni, per vivacizzare il torneo potrebbe provare a sdoppiarsi e competere contro se stessa. Inutile sperare che, senza alcun crollo dei bianconeri, qualcuno possa avvicinarsi a tal punto da far tremare le gambe in via Druento.

Rimane però una porta aperta. Oggi sono stati sorteggiati gli accoppiamenti per gli ottavi di Champions, unico vero traguardo che potrebbe distogliere energie al campionato. Perché è quello il bersaglio grosso a cui punta la dirigenza piemontese. Gli investimenti fatti, uno su tutti, volgono a raggiungere la finale di Madrid e stavolta non per fare da vittima sacrificale.

Quindi non ci resta che aspettare e vedere cosa accadrà da qua a febbraio. Se il Napoli, in testa al gruppo delle inseguitrici, riuscisse a non far aumentare lo svantaggio, magari cercando di approfittare di un eventuale passo falso, allora potremmo dire che esiste ancora un campionato.

In caso contrario, anche quest’anno, tutte le altre, vinceranno l’anno prossimo.

 

(fonte foto: www.repubblica.it)

admin

Lascia un commento