Champions League, tre italiane agli ottavi, non accadeva dal 2011/12

Champions League, tre italiane agli ottavi, non accadeva dal 2011/12

Conclusi i gironi di Champions League, ecco determinate le migliori 16 squadre che si affronteranno agli ottavi di finale. Dopo otto anni, l’Italia, torna ad avere tre società a rappresentarla, con la grande sorpresa dell’Atalanta, che alla sua prima partecipazione, ottiene una storica qualificazione, colmando il buco lasciato dall’Inter, retrocessa in Europa League. Senza troppi affanni Juventus e Napoli, rispettivamente prima e seconda nei propri gruppi, in attesa del sorteggio per scoprire la prossima avversaria nella sfida ad eliminazione diretta.

JUVENTUS

La Juventus allenata da Maurizio Sarri è una delle favorite del torneo, per qualità ed esperienza della rosa. Il cammino bianconero fin qui è stato perfetto, ottenendo 5 vittorie ed un solo pareggio, per un totale di 16 punti, eguagliando Lippi nel 1996/97 e Capello nel 2004/05. L’unico pareggio è arrivato nella prima giornata, in casa dell’Atletico Madrid, con, forse, la migliore prestazione di Ronaldo e compagni. Colchoneros appunto, la seconda qualificata del gruppo D, relegando il Bayer Leverkusen in Europa League e fanalino di coda la Lokomotiv Mosca.

NAPOLI

Gli azzurri viaggiano su due linee parallele tra Serie A e Champions League. Se in campionato la vittoria non arriva da quasi due mesi, 2-0 sul Verona del 19/10, in Europa la storia è ben diversa, dove ai risultati sono seguite anche ottime prestazioni. Il caos interno ha rallentato la corsa dei partenopei, con l’esonero di Ancelotti e l’arrivo di Gattuso a farne da cornice. Alla sfida degli ottavi mancano oltre due mesi, tempo necessario per ritrovare la strada verso una seconda parte di stagione più prolifica ed emozionante, soprattutto per i tifosi. La prima uscita, in casa contro i campioni d’Europa del Liverpool, aveva fatto brillare gli occhi a tutti, ma alla fine sono i ragazzi allenati da Klopp ad arrivare primi nel gruppo E, con il Salisburgo terzo e il Genk in ultima posizione.

INTER

Tra le squadre italiane, se si esclude l’Atalanta per ovvi motivi, l’Inter di Antonio Conte era quella con il cammino più difficile da superare. Affrontare il Barcellona di Messi, il Borussia Dortmund e lo Slavia Praga non era semplice, per una squadra come quella nerazzurra, già forte e ben organizzata, ma ancora debole sotto il punto dell’esperienza e della lunghezza della rosa. C’è grande rammarico in casa Inter, soprattutto dopo le ottime prove in trasferta, dove ad un ottimo primo tempo seguiva un netto calo nella ripresa, arrivando sempre ad un soffio dal colpo decisivo. La classifica del gruppo F dice Barcellona primo, Borussia Dortmund secondo, Inter in Europa League ed Slavia Praga ultimo.

ATALANTA

Clamoroso e storico risultato ottenuto dall’Atalanta di mister Gasperini, che compie un vero e proprio miracolo, qualificandosi agli ottavi alla sua prima partecipazione. Se si pensa a come è iniziato il sogno europeo della Dea, l’impresa compiuta ottiene ancora più valore, con tre sconfitte ed un pareggio. Solo il Newcastle, nel 2002/03 riuscì a fare di meglio, con tre vittorie nelle ultime tre partite, ma la squadra bergamasca è la prima a riuscirsi a qualificare, con 7 punti, nella fase ad eliminazione diretta. Il 0-3 in casa dello Shakhtar Donetsk resterà nella storia e nei cuori di tutti i tifosi, atalantini e non. Il Manchester City di Guardiola vince il gruppo C, con gli ucraini terzi e la Dinamo Zagabria quarta.

QUALIFICATE AGLI OTTAVI DI CHAMPIONS LEAGUE

Teste di serie

Barcelona (Gruppo F)
Bayern Monaco (Gruppo B)
Juventus (Gruppo D)
Lipsia (Gruppo G)
Liverpool (Gruppo E)
Manchester City (Gruppo C)
Psg Gruppo A)
Valencia (Gruppo H)

Non teste di serie

Atalanta (Gruppo C)
Atlético Madrid(Gruppo D)
Borussia Dortmund (Gruppo F)
Chelsea (Gruppo H)
Lyon (Gruppo G)
Napoli (Gruppo E)
Real Madrid (Gruppo A)
Tottenham (Gruppo B)

 

Emanuele Picano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *