Champions League, torna di moda il made in Italy

Champions League, torna di moda il made in Italy

Il terzo turno di Champions League si conclude con due vittorie fondamentali per le compagini italiane. L’Inter, costretta vincere per sperare di approdare agli ottavi, supera per 2-0 i tedeschi del Borussia Dortmund, il Napoli, dopo il pareggio in casa del Genk, vince per 2-3 sul campo del Salisburgo, portandosi in vetta al gruppo E.

MADE IN ITALY

Dopo la vittoria in rimonta della Juventus e l’amara sconfitta dell’Atalanta, sono Inter e Napoli ha regalare gioie all’Italia. I ragazzi di Conte, dopo il pareggio casalingo con lo Slavia Praga e la sconfitta di Barcellona, si trovano in una situazione delicata, con la vittoria unico risultato utile per continuare il cammino nella massima competizione europea. Partita dominata e controllata da Lautaro Martinez e compagni, proprio l’argentino è il protagonista della serata, realizzando il gol che sblocca il risultato e fallendo un rigore procurato dal baby fenomeno classe 2002 Esposito. Sarà Candreva, dopo una corsa di oltre 80 metri, a sigillare il risultato finale, di 2-0.

A Napoli le acque sono sempre movimentate, in una piazza dove il calore dei tifosi, l’anima dei calciatori ed il carattere del presidente De Laurentiis, creano un mix difficile da tenere a bada. Ma se c’è una figura che può far coincidere il tutto, sicuramente è quella di Carlo Ancelotti, che nell’arco della sua carriera ne ha viste di tutti i colori.

È proprio l’ex allenatore rossonero a sorprendere nuovamente tutti, con la scelta di tenere il capitano Insigne in panchina, a favore di Lozano e Mertens. È l’attaccante belga a portare avanti i partenopei, con una doppietta, superando Maradona con 116 marcature nelle fila napoletane, intervallata però da un’altra doppietta, di un classe 2000, di cui sentiremo parlare, Erling Haland, capocannoniere della Champions League, con 6 reti in tre gare, battendo ogni record precedente.  La partita resta bloccata sul risultato di 2-2 finché non fa il suo ingresso in campo Insigne, che come aveva previsto il suo allenatore, segna la rete che permette agli azzurri di restare nella prima posizione in classifica, con alle spalle i campioni in carica del Liverpool.

LE ALTRE SFIDE

Nel gruppo F, quello dell’Inter, il Barcellona supera a fatica lo Slavia Praga, vincendo 2-1. Nel gruppo E, invece, i reds di Klopp, sul campo del Genk, vincono e convicncono, con un parziale finale di 4-1. Vittoria sorprendente per i blues di Lampard, che espugnano la Johan Cruijff Arena, grazie alla rete, nei minuti finali, di Batshuayi. Pareggio invece tra i francesi del Lille ed i spagnoli del Valencia. Nel gruppo G sono il Lipsia ed il Benfica a vincere, superando rispettivamente Zenit e Lione.

 

PROGRAMMA 3° GIORNATA CHAMPIONS LEAGUE

Martedì 22/10

Atl. Madrid-Leverkusen  1-0
Shakhtar-Din. Zagabria  2-2
Club Brugge-Paris SG  0-5
Galatasaray-Real Madrid  0-1
Juventus-Lok. Mosca  2-1
Manchester City-Atalanta  5-1
Olympiakos-Bayern  2-3
Tottenham-Stella Rossa 5-0

Mercoledì 23/10
Ajax-Chelsea 0-1
RB Lipsia-Zenit 2-1
Benfica-Lione 2-1
Genk-Liverpool 1-4
Inter-Dortmund 2-0
Lilla-Valencia 1-1
Salzburg-Napoli 2-3
Slavia Praga-Barcellona 1-2

Emanuele Picano

Lascia un commento