Champions League, Icardeide: il capitano salva l’Inter, è 1-1 col Barcellona

Champions League, Icardeide: il capitano salva l’Inter, è 1-1 col Barcellona

Come i più classici racconti epici. Quasi come fosse davvero un eroe mitologico, il capitano nerazzurro salva la sua squadra da una sconfitta che sembrava già scritta dopo il goal di Malcom all’83’.

Partita a senso unico, salvo qualche sprazzo interista. Barça che non rischia e manda Messi comodamente in tribuna, ma i compagni non sembrano assolutamente risentirne. Un po’ anche per merito dell’Inter, che sin da subito finisce col ritrovarsi schiacciata a difesa della propria area di rigore.

Ci prova Suarez a sbloccare il match, ma prima finisce col peccare d’imprecisione e poi trova un Handanovic sempre pronto. Soffre tantissimo l’Inter durante tutto il primo tempo ed il parziale di 0 a 0 finisce col penalizzare i catalani.

Secondo tempo

Secondo tempo che segue la falsa riga del primo, con il Barcelona sempre pericoloso, ma con un Inter più coraggiosa che prova a ripartire in contropiede, mancando però di precisione quando arriva a ridosso dell’area avversaria. E da un occasione pericolosa non capitalizzata dell’Inter, il Barça prova a colpire con Rakitic, ma il croato spreca il pallone del vantaggio calciando addosso ad Handanovic, bravo a restare in piedi fino all’ultimo, che costringe l’avversario ad allargarsi prima di concludere ugualmente verso la porta.

Il centrocampo nerazzurro sembra soffrire troppo il palleggio catalano e continua ad essere poco lucido e preciso. Solo un Handanovic in serata riesce a tenere in vita i suoi, che, durante la metà della ripresa, hanno un paio di occasioni per portarsi addirittura in vantaggio con Politano, in una innescato da una sforbiciata geniale di Borja Valero.

Finale emozionante

Nel finale matura l’1 a 1. All’83’ è Malcom, appena entrato al posto di Dembele, a portare meritatamente in vantaggio i suoi, che di sinistro finalizza l’ennesima ripartenza azulgrana. Spalletti decide di cambiare: dentro Candreva e Lautaro Martinez, per Politano ed uno sfinito Brozovic, con conseguente passaggio al 4-4-2. Scelta che premia il tecnico toscano visto che all’87’, il solito Icardi, riesce a trovare il pari addomesticando il pallone dentro l’area, dopo aver raccolto un tiro di Vecino respinto dalla difesa catalana.

Quanta sofferenza per quest’Inter. Si sapeva che il Barça avrebbe avuto il pallino del gioco, ma per lunghi tratti gli uomini di Spalletti hanno dato l’impressione di aver accettato sin da subito il ruolo di vittima sacrificale. Ma alla fine, come sempre, l’eroe della nuova mitologia nerazzurra ha salvato i suoi compagni. Segna e va raccogliere il pallone per riportarlo al centro del campo. Gli sarebbe piaciuto trasformare anche questa in un Inter – Tottenham. Già, il Tottenham che ha battuto il PSV e che ancora tiene aperto il discorso qualificazione.

fonte foto: Twitter @ChampionsLeague

admin

Lascia un commento